Chiudi questa finestra La ricerca fondamentale sul linguaggio al servizio della lingua italiana: documentazione, acquisizione monolingue, bilingue e L2, e ideazione di prodotti multimediali. - progetto FIRB (2008)

 
[english] [chiudi questa finestra]

Coordinatrice del progetto
Prof. A. Belletti

Abstract

Obiettivo della ricerca

Con il presente progetto si intende:

1. ampliare la base documentale di articoli e pre-pubblicazioni conservata presso il Centro di documentazione del CISCL di Siena di una nuova sezione ad hoc dedicata a studi sull’italiano, in particolare di ispirazione cartografica. Arricchire ed organizzare la sezione dedicata ai corpora di produzione spontanea ed elicitata di acquisizione dell’italiano, lingua prima e seconda, anche in collaborazione tra diverse unità (Siena, Milano-Bicocca, Venezia).
2. Progettare supporti digitali per lo studio guidato della lingua italiana come L2, dedicati a strutture sintattiche specifiche in relazione al loro andamento prosodico (più direttamente in studio presso l’unità di Padova-CNR in collaborazione con Siena).
3. Indirizzare la forte vocazione sperimentale del progetto all’analisi dello sviluppo di strutture sintattiche e prosodiche in diverse modalità di acquisizione dell’italiano, in collaborazione tra le diverse unità, con contributi via via specifici: acquisizione infantile (Milano); aspetto comparativo delle diverse modalità di acquisizione adulta e infantile e dello sviluppo atipico (Siena); correlazione sintassi-prosodia (Padova); analisi grammaticale e rapporto lingua-dialetto con finalità sia descrittive che didattiche (Venezia).
L’obiettivo di ampio respiro in questo ambito, con il contributo originale delle diverse unità, è quello di una migliore comprensione del funzionamento di strutture caratterizzanti l’italiano contemporaneo, avendo sempre presenti domini di possibile applicazione.
4. Rafforzare i rapporti con studiosi italiani all’estero con cui già esistono collaborazioni.

Le attività delle diverse unità saranno tenute aggiornate attraverso incontri annuali organizzati dalla sede coordinatrice. Si prevede inoltre l’organizzazione di un convegno finale con l’obiettivo di sintetizzare e rendere noti i principali risultati del progetto.

Innovazione rispetto allo stato dell'arte

Il lavoro legato al progetto contribuirà all’innovazione dello stato dell’arte in diversi ambiti.
Un diretto contributo innovativo emergerà nell’ambito della documentazione e della ricerca sperimentale sull’italiano, anche in vista di applicazioni didattiche, attraverso l’arricchimento e la sistematizzazione della base documentale conservata presso il CISCL (Centro Interdipartimentale di Studi Cognitivi sul Linguaggio, www.ciscl.unisi.it) sugli studi linguistici relativi all’italiano, nonché tramite l’estensione delle tecniche sperimentali e i corpora di produzione spontanea di acquisizione dell’italiano secondo diverse modalità, L1, bilingue e L2 e nello sviluppo atipico. In tal modo si fornirà nuovo materiale di natura diversificata arricchendo così la base empirica di riferimento sull’italiano contemporaneo, ed alcune sue varietà, sia in chiave storico-documentale, sia rendendo disponibile un più ampio database di analisi fini su strutture (morfo) sintattiche dell’italiano secondo gli sviluppi recenti della teoria linguistica, in particolare in chiave cartografica. L’attività digitale su corpora di natura diversificata, dalla loro annotazione allo sviluppo di criteri linguistici di ricerca ottimalizzati e teoricamente motivati, costituirà un ulteriore contributo originale in questo ambito.
Un altro contributo innovativo è atteso dalla prevista creazione di strumenti grammaticali pilota, digitali e interattivi, su alcune strutture prosodiche dell’italiano in relazione alla struttura sintattica e informazionale della frase, con la duplice finalità di fornire ad apprendenti dell’italiano L2 strumenti accessibili e interattivi per l’apprendimento di strutture prosodiche e sintattiche, nonché di fornire uno strumento nuovo di consultazione per linguisti italiani e stranieri di accesso ad un database di strutture sintattiche anche interpretate prosodicamente. Gli strumenti multimediali DVD e/o sito web interattivo offriranno esemplificazioni estese e spiegazioni semplici delle strutture dell’italiano all’interfaccia tra sintassi, prosodia e pragmatica con la possibilità di creare percorsi differenziati in riferimento a diverse tipologie di utenti.

Criteri di verificabilità

L’attività collegata al progetto sarà verficabile tramite: pubblicazioni dei ricercatori partecipanti al progetto su riviste scientifiche qualificate (a referaggio esterno); partecipazione a convegni e seminari nazionali e internazionali; incontri annuali regolari dei partecipanti al progetto organizzati dalla sede coordinatrice; organizzazione di un convegno finale di sintesi dei principali risultati del progetto; l’armonizzazione delle diverse basi dati resa pubblicamente accessibile in un’apposita sezione ad hoc creata nel sito web del CISCL.


Altre sedi coinvolte (e loro responsabili):
UniversitÓ "Ca' Foscari", Venezia (Prof. Anna Cardinaletti)
CNR, Padova (Prof. Cinzia Avesani)
UniversitÓ degli Studi di Milano Bicocca (Prof. M. Teresa Guasti)

 

[english] [chiudi questa finestra]