CISCL - centro interdipartimentale di studi cognitivi sul linguaggio

introduction iconresearch iconpeople iconoublication iconevents iconphd iconinfodocumentation icon
- Presentazione


Il centro coordina studi sul linguaggio di carattere teorico, descrittivo e sperimentale in una prospettiva interdisciplinare di scienze cognitive

STATUTO DEL CENTRO

Art. 1: (costituzione, durata e articolazione del Centro)

Presso l'Università degli Studi di Siena è costituito il Centro Interdipartimentale di Studi Cognitivi sul Linguaggio ai sensi dell'art. 89 del DPR 382 dell'11.7.1980. Sono promotori del Centro i professori Luigi Rizzi (Scienze della Comunicazione e Dipartimento di Filosofia e Scienze Sociali), Sandro Nannini e Gabriele Usberti (Dipartimento di Filosofia e Scienze Sociali), Adriana Belletti e Luciano Giannelli (Dipartimento di Filologia e Critica della Letteratura) e la Dr. Maria Teresa Guasti (Scienze della Comunicazione e Dipartimento di Filosofia e Scienze Sociali).

Il Centro può articolarsi in unità operative. Ha la durata di 5 anni ed è rinnovabile.

Art. 2: (obiettivi e finalità del Centro)

Il Centro coordina studi sul linguaggio di carattere teorico, descrittivo e sperimentale in una prospettiva di scienze cognitive; promuove in particolar modo la ricerca interdisciplinare sul linguaggio, condotta mediante l'integrazione di tecniche e concetti della linguistica, della filosofia del linguaggio e della mente, e degli altri settori delle scienze cognitive interessati al linguaggio.

Allo scopo di favorire la circolazione di conoscenze ed esperienze di ricerca, il Centro promuove anche attività di collaborazione su temi ed argomenti conformi alle sue finalità, come:

  1. cooperazione scientifica e didattica con la Facoltà, i Corsi di Laurea, i Dipartimenti e Istituti dell'Università di Siena e di altre Università italiane e straniere, nonché con istituzioni scientifiche italiane e straniere;
  2. promozione di convegni e seminari scientifici, di corsi di formazione e di aggiornamento, e di progetti di ricerca affidati a singoli ricercatori;
  3. elaborazione di testi scientifici, divulgativi, e di sussidi didattici.

In ordine allo svolgimento di queste attività il Centro - sulla base di quanto previsto dall'art. 91 del DPR 382/80 - può aderire a, o promuovere, centri di ricerca interuniversitari con finalità affini, impegnarsi nei progetti di interesse nazionale (art.65 DPR 382/80) e internazionale, prendendo parte ai progetti finalizzati promossi dal CNR, a progetti del programma SOCRATES, ecc.

Art. 3: (finanziamento e organizzazione del centro)

Al finanziamento del Centro si provvede mediante l'utilizzazione di fondi specificamente ad esso assegnati, o assegnati ai docenti che vi partecipano mediante assegnazioni o contratti da parte di Enti pubblici o di Organizzazioni non-governative o da associazioni e privati, nonché di quelli del Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica (previsti dall'art. 83 del DPR 382/80), dei Ministeri dei Beni Culturali, degli Affari Esteri e della Pubblica Istruzione, e del CNR.

Le risorse reperite sono gestite dagli organi direttivi del Centro; il Coordinatore è responsabile della gestione finanziaria e contabile del Centro. L'Università degli Studi di Siena funzionerà come sede amministrativa del Centro, mettendo a disposizione i locali. In tale veste, l'Università degli Studi di Siena curerà il complesso degli adempimenti amministrativi e contabili inerenti al funzionamento del Centro.

La dotazione finanziaria del Centro è destinata a far fronte alle spese di funzionamento, ivi compreso il pagamento delle missioni - in conformità alle norme applicabili in materia ai dipendenti civili e militari dello stato - dei ricercatori che svolgono fuori sede le loro attività scientifiche, o che, debitamente autorizzati, debbano recarsi in missione per l'espletamento di funzioni inerenti al Centro stesso, nonché le spese necessarie all'organizzazione dell'attività di ricerca - inclusa la retribuzioni di ricercatori ed esperti esterni, italiani o stranieri - all'acquisto di materiale scientifico e di tutti gli altri materiali e servizi necessari alla gestione del Centro.

All'atto dell'acquisto ogni bene inventariabile sarà registrato secondo quanto prescritto dalla legislazione vigente (DPR 371/82 tit.II artt. 37-41).

Per quanto non espressamente previsto o disposto dal presente Statuto, i rapporti tra il Centro e l'Università degli Studi di Siena sono disciplinati dalle stesse norme che si applicano tra Università e Dipartimenti ai sensi del DPR 382/80.

Il Coordinatore del Centro ha la rappresentanza del Centro stesso ed assume, nell'ambito del medesimo, le funzioni attribuite dalla legge al direttore d'Istituto o Dipartimento.

Art. 4: (adesioni al centro)

Fanno parte del Centro i docenti e ricercatori dell'Università di Siena e di altre Università italiane e straniere che aderiscano ad uno dei progetti di ricerca del Centro, o che all'atto della costituzione siano compresi tra i promotori di cui all'articolo 1, nonché i docenti e i ricercatori esterni cooptati ai sensi dell'articolo 6.

Art. 5: (organi del Centro e loro attribuzioni)

Sono organi del Centro il consiglio, la Giunta, il Coordinatore con funzioni deliberanti.

Il Consiglio del Centro è formato dai docenti e dai ricercatori che ne fanno parte.

La Giunta è formata dal Coordinatore e da una rappresentanza degli aderenti. Le norme elettorali relative alla Giunta sono stabilite dal consiglio del Centro.

Il Coordinatore è eletto a scrutinio segreto dal Consiglio; dura in carica un triennio ed è confermabile.

Il Consiglio indica ogni anno le direttrici generali di ricerca tenuto conto dei progetti proposti dai singoli componenti e valuta successivamente il loro stato di avanzamento.

La Giunta esprime pareri di merito alla congruenza delle richieste di finanziamento con i programmi dei singoli progetti di ricerca, all'opportunità di istituire rapporti di collaborazione con organi esterni, allo svolgimento dei singoli progetti di ricerca e ai loro rapporti di reciprocità nel quadro complessivo della ricerca.

Art. 6: (cooptazione di studiosi ed esperti)

Il Centro può cooptare, per attività di studio o di ricerca su argomenti congruenti con le finalità del Centro, studiosi italiani e stranieri, ricercatori ed esperti esterni.

Art. 7: (ospiti, personale distaccato e comandato)

Presso il Centro si può usufruire di borse di studio e di contratti di formazione e di addestramento erogati da Enti pubblici e privati, italiani e stranieri; nonché di comandi e di distacchi concessi dal Ministero della Pubblica Istruzione a personale docente della scuola di ogni ordine e grado, al personale tecnico o ricercatore dell'Università di Siena o proveniente da altre Università o Amministrazioni secondo le normative in vigore.

introduction icon

  [ home | presentazione | ricerca | persone | pubblicazioni | didattica - Ph.D. | eventi | info | documentazione ]
ultimo aggiornamento 26-7-2003
introduction research people publications events phd about ciscl documentation center